Home » Attualità » “Sempre dalla parte degli oppressi”, il discorso politico di Flavio Insinna

“Sempre dalla parte degli oppressi”, il discorso politico di Flavio Insinna

Sta facendo il giro del web il discorso di Flavio Insinna a #cartabianca. E questa è la prima buona notizia. Perché ci dimostra che la sensibilità è ancora qualcosa che la gente cerca. Qualcosa che la gente ha ancora voglia di ascoltare, qualcosa in cui la gente, forse, continua a credere. Ecco perché, le parole pronunciate da Insinna, al cospetto della Berlinguer e dei suoi ospiti Landini e Serracchiani, sono una boccata d’aria fresca.

Da Berlinguer (padre)  alla guerra, dai migranti alla malavita, dalla solidarietà alla disoccupazione. I temi toccati dall’attore e conduttore in pochi minuti di intervento, hanno lasciato il segno. E l’espressione sul volto di Landini, catturata di sfuggita dalle telecamere, dice tutto. Così come la Serracchiani che si volta e non sembra capire la sua lingua. Che è poi la lingua di tutti, quasi dimenticata. Nella facilità dei concetti, quelle cose semplici, forse anche banali, ma che le persone pensano ancora (fortunatamente).

E’ un linguaggio che nei talk è sempre più raro, ed è forse questo un altro dei motivi del disaffezionamento alla politica. Perché il senso vero, ultimo, delle parole di Insinna dice proprio questo: recuperare l’amore verso la Politica. E lo si può fare solo attraverso il recupero di quel senso di comunità che abbiamo perso. Non lasciando indietro gli ultimi (aspettando chi arriva tardi), non dividendo il mondo tra italiani e stranieri ma tra oppressi e oppressori, accogliendo le madri con in braccio i bambini (perché il problema è la guerra), lottare contro la criminalità (perché abbiamo esportato la malavita in tutto il mondo), combattere contro la solitudine e l’indifferenza (l’amicizia è la cura) e soprattutto superare la doppia morale per cui tutto concediamo tutto solo a noi stessi.

Facendo anche solo attenzione a queste piccole pillole di civiltà e umanità, forse tante cose potrebbero davvero cambiare.

Aggiungi un commento!

Mirco Sirignano

Responsabile Blogger per Italianews24.net. Collaboratore giornalistico Freelance e fondatore dell'Associazione Civico97, che si occupa di anticorruzione, beni confiscati e trasparenza nella pubblica amministrazione. Mi sono laureato alla Federico II in Scienze della Pubblica Amministrazione e ho frequentato all'Università di Pisa il Master in Analisi, Prevenzione e Contrasto della criminalità organizzata e della corruzione, collaborando anche con la campagna Riparte il Futuro.