Home » Cronaca » Sindacato insindacabile

Sindacato insindacabile

Ieri Le Iene, con il bravissimo Filippo Roma, hanno parlato di una vicenda più o meno nota da tempo. Tale Antonio Giacchetta, ex direttore dell’INCA-CGIL a Zurigo, ha truffato, nel periodo tra il 2001 e il 2009, decine e decine di lavoratori emigranti italiani, fregandogli (in tutti i sensi) la pensione che avrebbero percepito. Parliamo di milioni di euro. Ora il furbetto è in carcere, i soldi non si capisce che fine hanno fatto, e le famigle di queste persone, sono sostanzialmente rovinate. Nonostante la CGIL, stando a quanto emerso dal servizio, sia stata costretta in sede giudiziaria a riparare i danni. E il punto è proprio questo. Da tempo ormai il sindacato fa orecchie da mercante, INCA ha chiuso, ma ha riaperto sotto mentite spoglie.

Il giornalista chiede spiegazioni alla Camusso, che ne esce malissimo. Come giustamente fa notare Roma, se il direttore di una banca scappa con i miei soldi, la banca comunque mi risarcisce. Perché il direttore lavora per la banca, no? La Camusso invece rispedisce al mittente le responsabilità, suggerendo ai pensionati di chiedere il conto alla cassa svizzera. Ma non funziona così.

Poi ci si chiede perché i cittadini non hanno più fiducia nei sindacati. Che per natura dovrebbero tutelare i lavoratori, innanzitutto anche da sè stessi.

Aggiungi un commento!

Mirco Sirignano

Responsabile Blogger per Italianews24.net. Collaboratore giornalistico Freelance e fondatore dell'Associazione Civico97, che si occupa di anticorruzione, beni confiscati e trasparenza nella pubblica amministrazione. Mi sono laureato alla Federico II in Scienze della Pubblica Amministrazione e ho frequentato all'Università di Pisa il Master in Analisi, Prevenzione e Contrasto della criminalità organizzata e della corruzione, collaborando anche con la campagna Riparte il Futuro.